Le origini


L'arte dell'intaglio sul sapone ha origine nel nord della Thailandia, nel villaggio di Chian Rai.
Gli abitanti, quando avevano un po' di tempo intagliavano il sapone per puro divertimento, come un hobby.
Con il passare del tempo, cominciarono a distribuirli nei Bazar, insieme agli altri prodotti artigianali del luogo, divenendo un passatempo redditizio.
Quest'arte iniziò a farsi strada, diventando sempre più popolare e cominciarono a sfruttare le proprie capacità artistiche , realizzando dei veri e propri gioielli di intaglio sulle barre di sapone.

Il sapone per essere lavorato deve necessariamente avere la giusta morbidezza in modo che non si sfaldi o mentre lo si lavorava si stacchino dei pezzi..
Da qui nasce in loro anche una vasta conoscenza nella fabbricazione del sapone.
Molti pensano che il sapone sia solamente un opera effimera, quando invece va considerato alla pari di altri supporti come il vetro, il legno ecc.

Le dimensioni limitate del sapone ti costringono a realizzare dei lavori in miniatura, solo in alcuni casi rari sono stati creati opere di intaglio su sapone di grosse dimensioni.
La più grande opera mai realizzata di sapone è stata una scultura che rappresentava un cinghiale ed è stato ricavato da un blocco di sapone di 5 metri per 5 metri.

Share it